BCE: col Covid aumentati i risparmi degli europei

Il lockdown ha indotto le famiglie a spendere molto meno e, per questo la quota di risparmio privato è aumentata in tutta Europa.

Secondo la BCE tra febbraio e maggio i risparmi delle famiglie sono saliti al massimo storico di 7,3 trilioni di euro.

Questo è avvenuto per due fattori: due fattori: la gente non ha speso soldi a causa del blocco, e molti di questi risparmi sono precauzionali.

Nell’area dell’euro sono aumentati di oltre il 130 percento durante i periodi di blocco più difficili di marzo e aprile. In Italia calano reddito disponibile e potere d’acquisto delle famiglie, salgono le tasse, ma tra i primi effetti più evidenti dell’emergenza Covid a spiccare è soprattutto l’aumento dell’avversione al rischio e quindi un balzo record della propensione al risparmio.

Christine Lagarde, presidente della BCE, ha dichiarato che la crisi economica di Covid-19 farà salire i livelli del debito sia per i conteggi che per le società. Ha anche sottolineato che le nazioni e le persone più vulnerabili saranno le più colpite.

La ripresa – ha affermato – sarà “frenata”. La BCE prevede che l’economia dell’eurozona subirà una profonda recessione nel 2020, diminuendo dell’8,7 per cento, e le restrizioni legate alla pandemia peseranno per un po’ sulla produzione. Questo mese la BCE ha ampliato il suo programma di acquisto di obbligazioni di emergenza di 600 miliardi di euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!