Merendine: le consuma il 31% degli adulti

Il 66% dei genitori acquista merendine e non solamente per lo spuntino dei propri figli. Sono ben 31 milioni, infatti, a mangiarle in media 2 volte a settimana.

E’ quanto emerge da un’indagine Doxa, che rivela come le merendine siano ormai un alimento trasversale a tutto il nucleo familiare, grazie anche al miglioramento nutrizionale avvenuto negli ultimi anni. Le aziende dolciarie di Unione italiana food fanno sapere che rispetto a 10 anni fa contengono il 30% in meno di zuccheri, il 20% in meno dei grassi saturi e il 21% in meno di calorie e ancora etichette più chiare, piccole porzioni ed equilibrate.

“Le merendine contengono tra le 110 e le 180 calorie”, afferma la nutrizionista Valeria del Balzo, secondo la quale, “se consumate 1-2 volte a settimana durante lo spuntino, possono a tutti gli effetti far parte di un piano di alimentazione sano all’insegna della varietà”. Secondo lo studio la merendina si colloca nella ‘top five’ degli alimenti che i genitori danno ai loro figli, preceduta da frutta con il 51%, yogurt (42%), snack salati (28%) e panini (24%).

Un settore virtuoso quello dolciario, conclude l’Unione, che investe in innovazione di prodotto legata alle merendine, circa 20 milioni di euro, pari al 2% del fatturato. Ogni anno negli scaffali entrano 30-40 nuovi prodotti, calcolando che per lanciarne uno ci vogliono da 1 a 5 anni, ma in alcuni casi si arriva anche a 10 anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!