Coronavirus: alle mascherine ci pensa Miroglio

La grave carenza di mascherine, respiratori ed altri presidi sanitari sta mettendo a dura prova gli operatori che sono attivi 24 ore su 24 nella lotta al morbo Covid-19.

Soprattutto pare che in Italia non ci siano praticamente produttori di mascherine che sono introvabili nei negozi, nelle farmacie e persino online.

Ha deciso di farsi in parte carico del problema il Gruppo Tessile Miroglio che ha deciso di dedicare lo stabilimento di Alba per produrre 600 mila mascherine in tessuto a uso sanitario, necessarie per l’emergenza attualmente in corso.

Sabato scorso è stata la prima fornitura, che comprende le prime 15 mila mascherine destinate al Piemonte. Miroglio ha affermato di essere in grado di produrre 600 mila pezzi in due settimane, che equivalgono a 6 milioni di utilizzazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!