Carniello (IEG): dal Coronavirus usciremo e il comparto del lusso si riprenderà

L’impatto dell’epidemia di Coronavirus che è problematico per tutti i settori compreso quello fieristico, è particolarmente avvertito dal comparto del lusso. Questo perchè tutto è partito dalla Cina, che è stata severamente colpita”. Così Marco Carniello, Group Brand Director Jewellery & Fashion  di IEG – Italian Exhibition Group (che vuol dire  anche Vicenzaoro e OroArezzo alcune tra i maggiori eventi dell’oreficeria e della gioielleria internazionali).

Si consideri che la Cina – prosegue – oggi rappresenta il 32% del totale degli acquisti mondiali di lusso e che, secondo previsioni, nel 2025 arriverà al 46%. Si tratta sia di acquisti interni importati, sia di acquisti all’estero. Quindi l’impatto è molto forte e va monitorato”.

Nonostante tutto Carniello resta, con la doverosa prudenza, ottimista.

Da questa emergenza usciremo e il mercato anche del lusso riprenderà sicuramente, anche se questo potrebbe penalizzare alcuni player che sono maggiormente dipendenti dal mercato cinese. In tal senso l’orologeria è più esposta rispetto  a oreficeria e gioielleria”.

Ma come sta affrontando questo momento il settore?

Per il momento gli ordinativi delle aziende orafe sono costanti e non ci sono crolli. Il problema è l’incertezza dovuta agli sviluppi di questa emergenza. Il Coronavirus mette in discussione il futuro”.

Intanto, però, anche IEG, al pari di praticamente tutti gli altri organizzatori fieristici, sta rivedendo il proprio calendario. Per esempio OroArezzo è stato posticipato.

Abbiamo scelto di svolgere  la manifestazione dal 19 al 22 giugno tenendo conto delle esigenze di calendario soprattutto in riferimento ad altre grandi manifestazioni di settore previste in Asia e Usa e in modo da garantire ai nostri espositori continuità di business con un riposizionamento della nostra Fiera che non va a incider con atri eventi in programma. Una scelta che è stata gradita come mostrano i molti riscontri positivi che abbiamo ricevuto e stiamo ricevendo. Per noi questo è molto importante perché è nostro costume lavorare sempre in stretto contatto con i nostri espositori e questo è tanto più importante in un momento complicato come questo”.

A proposito di riposizionamenti Baselworld quest’anno non si terrà e il prossimo appuntamento è  a gennaio, immediatamente dopo Vicenzaoro.

Le rispondo così. IEG si preoccupa di avere sempre un atteggiamento di ascolto e attenzione alle esigenze degli espositori.  Spostare più volte le date di una Fiera e infine affiancarle ad un’altra manifestazione di settore leader non mi pare vada invece in questo senso. In ogni caso Basilea è una rassegna dedicata soprattutto all’orologeria e alla gioielleria di alta gamma che rappresentano solo una parte di Vicenzaoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!