IEG: Corrado Peraboni nuovo Amministratore Delegato

E’ sicuramente un esperto di Fiere il nuovo amministratore delegato di – Italian Exhibition Group. Dal prossimo gennaio Corrado Peraboni sarà il nuovo amministratore delegato della società fieristica e congressuale che gestisce i quartieri fieristici di Rimini e Vicenza e vari asset collegati che vanno dalle sedi congressuali, alla ristorazione, fino agli allestimenti per fiere ed eventi. 

Laureato in giurisprudenza, Peraboni ha, come detto, una  vasta esperienza nel settore fieristico. Dal 2015 al gennaio 2017 ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato di Fiera Milano S.p.A. Dal 2000 al 2015 è stato Direttore Generale di Fondazione Fiera Milano ed è stato presidente di UFI (Associazione globale dell’industria fieristica). Tra gli altri ruoli professionali ricoperti figurano quello di vice presidente della Camera di Commercio italo-cinese e membro del consiglio di amministrazione di Arexpo S.p.A. (la società responsabile per l’acquisizione e riqualificazione delle aree e del sito di Expo 2015)

Il Consiglio di Amministrazione di IEG ha inoltre approvato il forecast dell’esercizio 2019 e il budget per il 2020. Il Presidente Lorenzo Cagnoni nella conferenza stampa a margine del CdA ha espresso soddisfazione per i risultati e per le performance economiche della società: “Chiuderemo il 2019 con risultati al disopra delle previsioni degli analisti e abbiamo solide attese per il 2020?. Il consensus espresso dagli analisti che seguono il titolo della società prevede, per il 2019, ricavi a 174 milioni di euro ed Ebitda (senza l’applicazione del principio contabile IFRS 16) di 35,9 milioni di euro per un ebitda del 20,6%. IEG, in base a questi dati di preconsuntivo è il primo organizzatore fieristico del paese per redditività” – ha spiegato Cagnoni, evidenziando poi i passaggi salienti del 2019 – “E’ stato un anno importante per IEG, particolarmente in campo internazionale. Oggi siamo presenti in tutto il mondo, dagli Stati Uniti, all’India, al Brasile agli Emirati Arabi fino alla Cina”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!