Per Api nel 2018 ricavi raddoppiati a 6,8 miliardi

Api Holding, il gruppo di raffinazione e distribuzione petrolifera, di proprietà della famiglia Brachetti Peretti, ha chiuso il bilancio consolidato con un fatturato di 6,8 miliardi raddoppiato rispetto ai 2,9 del 2017. L’utile netto è netto cresciuto anno su anno da 48,5 a 62,5 milioni.

Il risultato ha beneficiato dell’acquisizione dell’acquisizione della rete di 2.600 distributori TotalErg. I dipendenti sono quasi raddoppiati passando da 750 a oltre 1.300.

Positivo il comparto oil cha ha registrato ricavi in crescita da 2,8 a 6,8 miliardi, con un utile in progresso da 45,6 a 86,8 milioni. Il core business del gruppo dei Brachetti Peretti ha evidenziato la lavorazione complessiva di 3 milioni e 319 mila tonnellate di petrolio nella raffineria di Falconara e di un milione 400 mila tonnellate in quella di Trecate e la vendita di carburante per 4 milioni e 300 mila tonnellate cui si sono aggiunti gli oltre 5,6 milioni di tonnellate della rete ex TotalErg ridenominata «Italiana Petroli».

Negativi, invece, i risultati del comparto rinnovabili con ricavi scesi da 66,6 a 3,5 milioni per la cessazione di alcune attività. Dalla vendita di energia elettrica sono stati ricavati 7,4 milioni.

Agli azionisti già distribuiti dividendi per 9,5 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!