Ue: Italia ultima, ma Germania penultima. E questa è la vera novità

Pil: se l’Italia piange la Germania non ride. Infatti secondo le stime per il 2019 della Commissione europea se il nostro sarà l’ultimo Paese per cerscita, la Germania sarà il penultimo.

Un risultato forse non da tutti atteso, ma ampiamente previsto considerando che da molti mesi i principali indicatori dell’economia tedesca volgono al negativo.

Peraltro il modello economico tedesco, imposto al resto d’Europa, si basa su alcuni presupposti. Che la crescita globale sia robusta, che gli altri Paesi investano e aumentino la domanda interna, che i commerci globali rimangano aperti e nessuno blocchi le frontiere e infine che in periodi di crisi gli altri facciano politiche anticicliche.

Ora tutto questo è andato in crisi anche per le tensioni tra Usa e Cina.

Inoltre l’amministrazione Trump sta spingendo per una ripresa dell’economia e mal vede le politiche di austerità e controllo rigido dei bilanci imposte dalla Germania a tutta l’Unione europea. E in questo contesto la Germania, peraltro in latente crisi politica, non ha molte carte da giocare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!