Il fondo Kkr lancia Opa su Springer

Il fondo Usa lancia un’Opa su Axel colosso tedesco dell’editoria. Il fondo ha valutato la società 6,8 miliardi di euro e ha dunque messo sul piatto 63 euro per azione, con un premio del 13% sulla chiusura di Borsa di ieri e del 40% circa sui valori di un mese fa, prima che emergessero le prime indiscrezioni sull’operazione. Si tratta di un’opa amichevole dal momento che è sostenuta dai più grandi azionisti del gruppo tedesco, ossia dalla vedova del fondatore, Friede Springer, che detiene il 42,6% delle azioni, e dal ceo Mathias Döpfner, con il 2,8% dei titoli. I due si asterranno dall’aderire all’opa, rimanendo alla guida dell’azienda, al fianco di Kkr.

Il gruppo editoeriale tedesco pubblica tra gli altri i quotidiani Bild e Die Welt e i periodici  Politico, Business Insider.

Kkr non è nuovo al settore tedesco dei media. Insieme a Permira prese il controllo di ProSiebenSat.1 nel 2007 per poi uscire dall’investimento sette anni dopo, avendo ampliato l’offerta dell’emittente. Nel 2009 siglò una joint venture sui diritti della musica con Bertelsmann, a cui quattro anni dopo vendette la sua quota.

A Opa avvenuta Axel Springer uscirà dalla Borsa di Francoforte, come ha già fatto negli anni passati Bertelsmann.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!