Italiani sempre più poveri: case all’asta

Le famiglie italiane sono sempre più indebitate e non sono più in grado di pagare il mutuo. Per questo sono costretti a rinunciare alle proprie case.

Lo rivela Mirko Frigerio. L’amministratore delegato presso Astasy (Gruppo Gabetti), ha spiegato: “Su 31 milioni di abitazioni in Italia oltre 245 mila sono finite all’asta: vuol dire una casa ogni 75. La crisi ha avvicinato tutte quelle famiglie che avevano difficoltà a fare un mutuo da 100 mila euro facendogli comprare un immobile a 50/60 mila”.

I numeri sono drammatici: nel 2017 sono stati 234.340 gli immobili finiti all’asta. E nel 2018 si è saliti a quota 245.100, circa 30 all’ora. Le cifre? Oltre 36 miliardi, con la Lombardia in testa (19,5 per cento), seguita dalla Sicilia (9,7), dal Veneto, dal Piemonte (8) e dal Lazio (6,9). Ad aprile, gli immobili messi all’asta erano quasi centomila.

Calcolando una famiglia tipo, secondo Astasy  sarebbero quasi un milione e mezzo le persone coinvolte e che, a causa di un mutuo non onorato, sono e restano obbligati in solido anche se inseriti solamente come garanti. Anche le banche vorrebbero esecuzioni più rapide e a prezzi di vendita più alti, ma la colpa è del sistema giustizia che mediamente fa passare quattro anni per vendere un bene sul quale c’è un mutuo non onorato e addirittura sei se l’immobile viene da un fallimento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!