Newton Compton nell’orbita Mauri Spagnol

Il Gruppo editoriale () acquisirà entro il 15 marzo il 51% di . Il marchio romano, guidato da Raffaello Avanzini, quest’anno compie mezzo secolo – I dettagli sull’accordo e i commenti dei protagonisti Stando ai dettagli sull’accordo, la gestione del marchio romano – che quest’anno compie mezzo secolo – continuerà a essere affidata a Raffaello Avanzini in qualità di amministratore delegato e direttore generale. Vittorio Avanzini, a sua volta, resterà presidente della casa editrice da lui fondata e Marco Tarò, direttore generale di GeMS, assumerà la carica di vicepresidente con delega.
Con questa acquisizione – informa una nota – GeMS “supererà i 15 milioni di copie vendute all’anno nei vari formati, confermando saldamente il secondo posto nel panorama editoriale italiano e raggiungendo l’11,7% di quota di mercato del libro fisico”. Dal canto suo, Newton Compton, alla cui guida resterà Avanzini, “avrà maggiori risorse e competenze per sviluppare il proprio progetto editoriale”.

Nel corso della sua storia Newton Compton si è fatta conoscere per la pubblicazione di titoli (in edizione tascabile, ma non solo) aprezzi contenuti. Si pensi al successo, di cui negli anni scorsi molto si è detto, dei libri a 9,90 euro. Vale anche per gli ebook, dove la casa editrice di Avanzini è protagonista in molti generi destinati al grande pubblico. Tra le collane più note di Newton (che negli ultimi tempi ha fatto scoprire ai lettori autori di successo come Marcello Simoni e Matteo Strukul), ricordiamo i Mammut e MiniMammut, solo per citarne due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!