Tasse su plastica, sigarette, zucchero e gioco

Non salgono le tasse sulla casa, la cedolare secca sugli affitti a canone concordato resta al 10%; confermate la plastic e la sugar tax; inasprita la tassa sulle sigarette (escluse le e-cig) che vale 88 milioni. Intesa anche per un sostegno alle famiglie. Mercoledì previsto un altro vertice.  Dombrovskis: “Ue preoccupata, ma non ha alcuna intenzione di bocciare la Manovra italiana”. E’ l’intesa faticosamente raggiunta dalla maggioranza. 

Per garantire la tenuta dei conti, il governo congela un miliardo di spese nel 2020. E’ una delle novità della bozza della legge di Bilancio. In sede di assestamento, quando si verificherà che i saldi saranno rispettati, le spese saranno sbloccate, del tutto o in parte, con delibera del Cdm. Dallo stop all’aumento dell’Iva al fondo per il taglio del cuneo all’intervento sulla famiglia, sono 93 gli articoli della bozza. 

Sono state trovate le risorse per bloccare l’aumento della cedolare secca sugli affitti, previsto prima al 15% e poi al 12,5% ma nella bozza compare la versione vecchia, con cedolare al 12,5%: dovrà essere corretta per mantenerla al 10%. Le coperture arriveranno da maggiori prelievi sulle vincite ai giochi, con una tassa della fortuna più consistente.

Ma aumenta la tassa sulla fortuna. La bozza della Manovra contiene un aumento, dal 1 aprile 2020, dal 12% al 15% del prelievo sulle vincite sopra i 500 euro. Previsto anche un aumento della quota di questa tassazione da versare all’erario: passa dall’attuale 90 al 95%. 

Stop canone Rai per anziani a basso reddito – Stop al canone Rai per gli anziani a basso reddito. Lo conferma la bozza di manovra. L’esenzione dal canone vale per chi abbia dai 75 anni in su e non abbia un reddito superiore a 8.000 euro annui. Concorrono al reddito il coniuge e il convivente, a meno che non si tratti di “collaboratori domestici, colf e badanti”.  L’esenzione vale solo per la tv della propria casa di residenza. 

Tre miliardi per incentivi carte – Arrivano 3 miliardi per incentivare chi paga con carte e bancomat. Per i dettagli del cashback bisognerà aspettare, perché sarò un decreto del ministero dell’Economia da emanare entro aprile 2020, sentito il Garante della Privacy, a stabilire come e quando distribuire i rimborsi in denaro. Tra i criteri per i premi anche “il volume” e “la frequenza” degli acquisti tracciabili. Il decreto del Mef indicherà anche “gli strumenti di pagamento elettronici e le attività rilevanti ai fini dell’attribuzione del premio”.

Sanità, da luglio via superticket – Via il superticket a partire da settembre 2020. Lo prevede la bozza della Manovra che aumenta di conseguenza il finanziamento del servizio sanitario nazionale di 185 milioni per il prossimo anno, e di 554 milioni a regime. Sarà abolita non solo la quota di partecipazione al costo delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale a carico dei pazienti ma anche le eventuali misure alternative adottate dalle Regioni per evitare il balzello aggiuntivo sul ticket.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!