Mattarella: la fiscalità non penalizzi le imprese

Anche il capo dello Stato si è accorto che la pressione fiscale sulle imprese in Italia è abnorme. Così Sergio Mattarella, lancia un messaggio preciso al governo scrivendo al Presidente della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Daniele Vaccarino. “Le istituzioni, insieme alle parti sociali, debbono accompagnare” il percorso di innovazione e digitalizzazione delle piccole imprese “con una strategia complessiva, assicurando un ambiente che favorisca l’imprenditorialità e lo sviluppo sostenibile, incluse regole semplici, amministrazioni efficienti ed una fiscalità equa, che non distorca la concorrenza tra operatori”.

E’ quanto sottolinea Mattarella nel messaggio inviato alla Cna, ai quali ha rivolto “un cordiale saluto” per l’assemblea “che si tiene quest’anno nelle Marche, tra i luoghi simbolo del made in Italy e della capacità di laborioso impegno, manifestata anche nell’affrontare la tragedia del terremoto”. “Il rallentamento dell’economia, in particolare – prosegue Mattarella – per tensioni che frenano il commercio e alimentano l’incertezza a livello internazionale, evidenzia la necessità di un’Europa forte per affrontare le sfide, interne ed esterne, e di sostenere la fiducia di famiglie e imprese per rilanciare la domanda”.

Per il capo dello Stato “investimenti in infrastrutture, innovazione e formazione sono indispensabili per cogliere le opportunità delle nuove tecnologie in maniera diffusa, ridurre divari e valorizzare il contributo delle piccole imprese e dell’artigianato, fondamentale nel nostro paese in termini di occupazione e produzioni di qualità. La creatività italiana può trovare una leva importante nella transizione digitale, che amplia le possibilità di personalizzare i prodotti e di accedere a un mercato più ampio anche per le piccole aziende in differenti settori: dall’agroalimentare, alla manifattura, al turismo. Le istituzioni, insieme alle parti sociali, debbono accompagnare questo percorso con una strategia complessiva, assicurando un ambiente che favorisca l’imprenditorialità e lo sviluppo sostenibile, incluse regole semplici, amministrazioni efficienti ed una fiscalità equa, che non distorca la concorrenza tra operatori. Con questo spirito, invio a tutti i presenti un caloroso augurio di buon lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!