150 anni di Associazione Editori

L’AIE Associazione Italiana Editori compie oggi 150 anni. Fondata nell’ottobre 1869 come associazione di categoria del settore librario con il nome di ALI, rifletteva l’esigenza di un ammodernamento del settore che fosse analogo a quello già avvenuto in altre nazioni europee. Non a caso proiezione internazionale, formazione professionale e organizzazione di grandi eventi sono state sin da subito alcune tra le più importanti direttrici programmatiche che ne hanno orientato e tutt’ora ne orientano il lavoro.

A festeggiare quella che è la più antica associazione italiana di categoria, al Parco della Musica a Roma alla presenza del Capo dello Stato,  insieme al presidente Ricardo Franco Levi e a tutte le file dell’editoria ci saranno esponenti del mondo delle istituzioni, dell’industria e dell’economia, della cultura e dell’informazione. Oltre, naturalmente, a tutta la filiera del libro (tra gli altri il presidente di ALI Paolo Ambrosini, del SIL Cristina Giussani, dell’AIB Rosa Maiello, il presidente Romano Montroni e il direttore Flavia Cristiano del Centro per il libro e la lettura) e degli editori internazionali (il direttore di IPA José Borghino e il vicedirettore di FEP Enrico Turrin).

Se 150 anni fa la grande sfida sostenuta dalla lettura era quella dell’alfabetizzazione, intesa come strumento irrinunciabile di crescita per l’Italia, oggi – in un contesto completamente mutato – si ripropone un tema analogo, sia al sistema delle imprese editoriali sia al Paese, perché «lettura» e «capitale umano» sono strettamente intrecciati. Come lo è la lettura (e quindi la qualità del «capitale umano») allo sviluppo economico e sociale, al raggiungimento di migliori indici di innovazione e di competitività sui mercati internazionali, alla qualità della vita dei cittadini.

Per l’occasione sarà presentato anche il francobollo celebrativo emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico a riconoscimento dell’attività dell’AIE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!