Verso una aumento dei costi bancari, soprattutto se online

Il conto corrente online dovrebbe costare meno di quello tradizionale in quanto il titolare libera la banca da tutta una serie di adempimenti allo sportello. E’ stato così per divreso tempo, ma adesso le cose potrebbero cambiare.

Nell’ultimo anno, i costi per i conti correnti online sono aumentati di oltre un terzo in un anno. In molti si sono affidati ai prodotti internet per risparmiare rispetto alle classiche banche con le filiali sparse su tutto il territorio, ma ora anche sui servizi online arrivano gli aumenti delle commissioni e dei costi in generale.

Come detto, la spesa media nell’ultimo anno è aumentata del 32,30%, ovvero circa 10 euro in più di costi. Secondo quanto rivelato da SosTariffe.it, che ha analizzato 17 istituti bancari italiani, dai 32,72 euro di settembre 2018 si è arrivati a 43,28 euro medi. A pesare è in particolare la carta di credito, che costa fino al 76% in più. Poi c’è il costo del prelievo Atm (+46%), mentre scendono le commissioni per i bonifici (-30%) e quelli per il prelievo allo sportello (-11%).

Va un po’ meglio, ma non troppo, per i conti correnti tradizionali. Infatti, anche in questo caso negli ultimi 12 mesi sono stati registrati degli aumenti (anche se più contenuti). Il costo annuo per un conto sia online che allo sportello si aggira intorno ai 132 euro, in aumento del 14%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!