Marlboro e Philip Morris verso una fusione?

Potrebbe presto nascere il colosso mondiale del tabacco. Philip Morris è infatti in trattativa per una fusione con Altria, il produttore della Marlboro negli Stati Uniti titolare anche del 35% di Juul. Lo afferma Philip Morris, sottolineando, però,  che non ci sono ancora garanzie che un accordo sia raggiunto. L’operazione allo studio è tutta in titoli azionari.

Se la fusione andasse in porrto nascerebbe il big mondiale del tabacco . Nel 2018 Philip Morris ha registrato ricavi netti per 29,62 miliardi di dollari, Altria per 25,36. In Borsa la prima vale oltre 113 miliardi di dollari in Borsa e la seconda altri 95,5 miliardi..

Una fusione riunirebbe Philip Morris International e Altria dopo dieci anni: nel 2008 infatti le due società si erano divise con Altria concentrata prevalentemente sul mercato americano e Philip Morris orientata all’estero. Gli analisti speculano da tempo che le due società si sarebbero prima o poi riunite a fronte di un’industria del tabacco che sta cambiando fra le vendite di sigarette in calo e le aziende che cercano nuovi fonti di crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!