Profondo rosso per Popolare Bari

Si allarga la perdita 2018 della Popolare di Bari, nonostante la ricognizioni sui conti compiuta dagli amministratori..

Dopo una nuova revisione dei conti, ieri il board ha licenziato il bilancio 2018 che segna un rosso di 420,2 milioni dopo la contabilizzazione di ulteriori rettifiche sui crediti per 23 milioni. Il giro di vite ha ridotto ulteriormente i ratio patrimoniali di gruppo al 7,19% per il Cet1 e al 9,46% per il Total capital ratio.

Il cda della banca, inoltre, ha deliberato una serie di iniziative strategiche ad hoc, in parte già realizzate, volte anche ad un progressivo riallineamento dei coefficienti patrimoniali, in tempi brevi, su valori superiori alle soglie di overall capital requirement correnti.

Inoltre a breve l’istituto prevede di effettuare un’operazione di capital relief su un portafoglio di crediti a privati e pmi pari a circa 2,9 miliardi. C’è poi la procedura di vendita della Cassadi Orvieto sulla quale Bari ha ricevuto un’offerta vincolante dalla società di investimento Sri Global guidata da Giulio Gallazzi.

Ma per la Popolare barese si apre anche la strada delle aggregazioni. E sono in atto contatti con altre banche del Sud a cominciare della Banca Popolare di Pugia e Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!