Un’Ue a trazione femminile francotedesca

L’Europa si tinge di rosa ed è sempre più dominata da Francia e Germania. La popolare tedesca Ursula Von der Leyen assumerà la presidenza della  Commissione mentre la francese Christine Lagarde sostituirà Mario Draghi alla Bce. Inoltre il belga liberale Charles Michel alla presidenza del Consiglio europeo e il socialista spagnolo Josep Borrell sarà l’Alto rappresentante.

“Sono onorata di essere stata nominata alla presidenza della Bce”. Questo il primo commento di Christine Lagarde, aggiungendo che “lascerà temporaneamente il ruolo di direttore generale del Fmi durante il periodo che precede la nomina”.

“Al di là di ogni considerazione politica è un buon segno che per la prima volta sia una donna a ricoprire questo incarico. Sono felice”. Così la cancelliera tedesca Angela Merkel ha commentato, al termine del vertice Ue, la decisione di candidare Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione europea. “Mi sono astenuta nel votare la candidatura perchè la Spd non ha sostenuto questa scelta”, ha poi aggiunto.

Quanto all’Italia siamo in predicato per il Commissario alla concorrenza, come fu Monti, che dovrebbe anche essere uno dei vicepresidenti. Di più, non era onestamente possibile ottenere.

Ursula von der Leyen  è un medico, ha sessant’anni e sette figli. Ex “delfina” della cancelliera tedesca Angela Merkel e prima ministra della Difesa donna del Paese (incarico che ricopre dal 2013) .  Von der Leyen è membro della Cdu, il partito di Merkel, dal 1990 ma la sua carriera politica e di governo è iniziata nel 2001, quando è stata eletta nella regione di Hannover. Nel 2003 diventa Ministro degli Affari Sociali, delle Donne, della Famiglia e della Salute del Land tedesco della Bassa Sassonia.  Due anni dopo Merkel la sceglie come Ministra della Famiglia. Nel dicembre del 2013 diventa la prima donna in Germania ad assumere la titolarità della Difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!