Niente procedura di infrazione contro l’Italia

Nel giorno in cui il Parlamento Europeo ha eletto alla Presidenza l’italiano David Sassoli è arrivata anche la notizia, peraltro in parte prevista, che non ci sarà alcuna procedura d’infrazione Ue nei confronti dell’Italia. La Commissione Ue ha accolto le indicazioni degli sherpa e ha deciso di non raccomandare l’apertura della procedura contro l’Italia. 

A quanto si apprende a Bruxelles, così ha stabilito l’esecutivo comunitario nella riunione di oggi del collegio del commissari, dopo le misure correttive varate del governo sui conti 2019. La decisione è ufficializzata  dal commissario agli Affari economici Pierre Moscovici (nella foto), durante la conferenza stampa esplicativa della riunione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!