FCA-Renault: la Francia mette i paletti

Il governo francese mette i paletti a progetto di fusione tra Fca e Renault. In un colloquio con il presidente di Fca John Elkann, il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire avrebbe chiesto ulteriori garanzie sull’operazione, allo scopo di evitare tagli occupazionali e difendere l’interesse nazionale. Tra queste – ha chiarito un portavoce del ministro – , il quartier generale operativo del nuovo gruppo a Parigi, un dividendo straordinario per gli azionisti di Renault e un posto al governo in Cda.

Le Maire ha incontrato Elkann venerdì e sabato per poi vedere domenica il presidente di Renault Jean-Dominique Senard. Le richieste della Francia sono oggetto di valutazione da parte del gruppo italo americano che, secondo fonti consultate da Bloomberg, sarebbe disponibile solo a piccoli ritocchi al suo piano. Le Maire avrebbe chiesto anche rassicurazioni sul mandato di Senard, che è stato indicato come possibile amministratore delegato del gruppo post-fusione. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!