Mercatone Uno: tutti contro i commissari

I negozi chiusi da sabato scorso per il della proprietà Shernon Holding non riaprono. Lo si apprende dopo la riunione del tavolo tecnico al Mise con i fornitori e le unità di crisi di tutte le regioni coinvolte.

L’amministrazione straordinaria è ormai scaduta. Quindi occorre aprire una procedura ex novo, per retrocedere i compendi

aziendali della Shernon, unica strada per attivare gli ammortizzatori sociali per i dipendenti

«La nostra richiesta è che vengano sostituiti tutti e tre i commissari, sul loro operato vogliamo chiarezza», afferma William Beozzo,

presidente dell’Associazione Fornitori Mercatone Uno A.S., costituita poche settimane fa per cercare di tutelare i fornitori di Mercatone Uno.

Dai dati delle stesse relazioni commissariali risulta evidente che i tre manager incaricati dal Mise di garantire la continuità e il valore aziendale e il soddisfacimento dei creditori non solo non abbiano rispettato il mandato, ma non abbiano denunciato lo stato di default per tempo.

Ci sono poi migliaia di clienti che hanno versato acconti per acquistare merce che ora non possono ricevere. Per questo alcune associazioni di consumatori stanno pensando a promuovere un’azione contro gli amministratori per insolvenza fraudolenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!