Case: a Parigi, Amsterdam e Londra le più costose

Parigi, Amsterdam e Londra sono le capitali europee dove i prezzi delle case dal 2012 ad oggi sono aumentati di più.

È’ quanto afferma uno studio di Moody’s secondo cui nelle tre metropoli, a un individuo servono più di 18 anni di reddito disponibile per comprare un immobile di taglia media (senza contare il ricorso al mutuo): rispettivamente 22 anni, 18,7 e 18,3.

In media, in Europa, lo stesso dato si attesta attorno a 15 anni, mentre Roma e Milano, le due grandi città italiane prese in considerazione dal rapporto, risultano meno onerose della media: 12,1 anni nella capitale e 11,8 nel capoluogo lombardo.

Nel 2005-2007, ricorda Moody’s, servivano tre anni in meno, cioè 12 anni di reddito disponibile, per comprare un appartamento di taglia media in Europa.

La grande città oggi meno esigente in materia è Lisbona con 11,5 anni. Un po’ sopra i 14 anni si situano Dublino, Berlino e Francoforte. A incidere su questi valori sono, del resto, sia gli stipendi, sia i prezzi degli alloggi. Ad Amsterdam, ad esempio, il reddito disponibile risulta medio di 17.500 euro l’anno, uno dei più bassi del panel, contro le 24.600 sterline di Londra (28mila euro circa) e i 36.300 euro di Parigi. Milano e’ a 21.400 euro circa e Roma a 17.800, mentre Francoforte e’ a 23.500 e Lisbona si ferma a 16.700 euro. L’altra variabile è il prezzo a metro quadro, che va dai 9.500 euro medi di Parigi ai 2.750 di Lisbona, passando per le quasi 6.600 sterline di Londra, i 4.850 euro di Francoforte, i 3.600 di Milano e i 3.065 di Roma. Morale: se si vogliono comperare 70 metri quadri sulle rive del Tamigi, bisogna disporre in media di 460mila sterline (oltre 520mila euro) e per prendere la stessa casa nella Ville Lumiere ci vogliono la bellezza di 665mila euro. Se poi ad Amsterdam ne servono 383mila circa, meglio optare su Lisbona, dove ne bastano meno di 193mila euro. Oppure sulle città italiane: per gli agognati 70 metri quadri a Roma sono necessari in media 214.500 euro, qualcosa in più a Milano (253 mila).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!