Possibile stangata delle addizionali Irpef

TasseLocaligrande

Ci potrebbe essere a breve una nuova stangatina fiscale. Infatti 469 sindaci stanno ritoccando all’insù gli che andranno a ricadere, inevitabilmente, sulle tasche dei contribuenti.

Sono gli effetti della manovra finanziaria voluta dal Governo e varata lo scorso dicembre, che ha deciso di non confermare il blocco deciso da Renzi nel 2016. Così la reintroduzione della facoltà per le amministrazioni comunali di aumentare i tributi locali tantissimi sindaci si stanno adeguando, anche per far fronte al minore trasferimento di risorse da parte dello Stato.

A dirlo è il rapporto 2019 della Corte dei conti che da i numeri precisi: 469 comuni aumenteranno gli addizionali aggiungendosi a 3173 che avevano già raggiunto l’aliquota massima. Ed ecco, allora, che si toccherà il portafogli dei contribuenti: quasi un comune due prenderà, in tasse, lo 0,8% del reddito dei propri residenti. Da una prima analisi, gli aumenti saranno soprattutto nel Centro-Nord, dove la salute dei bilanci locali aveva permesso ai comuni di non aumentare ancora gli addizionali,
mentre al Sud e in quasi tutte le grandi città come Milano, Napoli e Palermo, l’aliquota aveva già raggiunto i massimali.

Inoltre aumenta il numero di enti locali che passerà dalle aliquote differenziate alla monoaliquota con un conseguente maggiore prelievo fiscale nelle tasche degli italiani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!