Fiere agroalimentari: razionalizzare per crescere

Rimini Fiera Sigep 2011

Il moltiplicarsi di rassegne fieristiche dedicate all’agroalimentare se da un lato attesta la vivacità di quello che è il secondo comparto economico e produttivo italiano, dall’altro deve indurre a un’attenta riflessione sull’esigenza di razionalizzare le diverse iniziative per promuovere al meglio il Made in Italy.

Il tema non è nuovo e il rischio che si evidenzia, è quello di replicare eventi simili a scapito dell’offerta fieristica complessiva.

Così oggi più che mai, di fronte al proliferare di manifestazioni anche replica di altre, appare opportuno un coordinamento che coinvolga accanto agli organizzatori anche le istituzioni, in modo da razionalizzare l’offerta nell’interesse dell’intero comparto agroalimentare italiano.

In questo senso si è recentemente espresso anche il ministro Centinaio. Ma le sue parole sembrano per il momento essere state ignorate. Così si prosegue in ordine sparso e un po’ tutti contro tutti. Non si raccoglie e, anzi, si evita il dibattito con un disinteresse che appare voluto.

Nel panorama c’è però un attore che spicca ed è IEG Italian Exhibition Group, il secondo player fieristico nazionale proprietario dei quartieri espositivi di Rimini e Vicenza, attivo anche su altre città e all’estero con società in Cina, negli Stati Uniti e anche in Brasile, che  Continua a leggere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!