In Italia è esplosa la disoccupazione

Dati sconfortanti arrivano da Eurostat sul livello di occupati nel nostro Paese. Lo scorso anno in Italia 2,7 milioni di persone erano in cerca di lavoro. Rispetto al 2009, quando i disoccupati erano 1,9 milioni, si registra un incremento del 44,5%. 

E se c’è stato un miglioramento rispetto ai 3,2 milioni di disoccupati di cinque anni fa, ancora molto resta da fare.

Peraltro rispetto al totale delle persone in cerca di lavoro all’interno dell’Ue a 28, che ammonta a 16,9 milioni di cittadini, la quota italiana è pari al 16,3%. Nel 2009, invece, i disoccupati in Europa erano 21,4 milioni di cui l’8,9% erano italiani.

Così in meno di 10 anni la percentuale degli italiani disoccupati nel confronto con il dato continentale è aumentata di 7,4 punti percentuali. I grafici mostrano che il dato peggiora anche rispetto alla popolazione complessiva residente in Italia; infatti nel 2009 risultava disoccupato il 4,2% del totale mentre, lo scorso anno, il dato è salito al 6,1%. In deciso aumento, ovviamente, è anche la percentuale di disoccupati rispetto alla popolazione ‘attiva’ che dal 7,7% è passato al 10,6%.

Desolante il confronto col resto d’Europa. Se In Francia i disoccupati sono passati da 2,6 milioni a 2,7 milioni, con un incremento del 3% in Spagna dai 4,1 milioni del 2009 si è passati  a 3,5 milioni, con una riduzione del 16,2% mentre in Germania le persone in cerca di lavoro sono passate da 3,1 milioni del 2009 a 1,5 milioni, con una riduzione del 47,4%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!