Diesel e Cavalli: piange la moda italiana

Diesel Usa ha presentato richiesta volontaria di ristrutturazione prevista dalla legge statunitense («Chapter 11» della legge fallimentare) che offre l’opportunità alle imprese di riorganizzarsi conservando, al contempo, la propria attività d’impresa e operatività quotidiana.
«La riorganizzazione – riferisce Diesel in una nota – è un passo fondamentale per Diesel Usa per affrontare alcune passività di lungo termine e costruire un business sano e più forte nel paese («Fresh Start»), costruendo una presenza di brand dinamica e in linea con l’evoluzione attuale del mercato». La procedura, che garantisce ai creditori il recupero integrale dell’esposizione, prelude ad una «ridefinizione della distribuzione Diesel sul mercato statunitense».
A penalizzare l’andamento del Gruppo di Renzo Rosso (nella foto a destra con Roberto Cavalli) negli Usa sarebbero stati il calo delle vendite, ma anche, spiega la stessa azienda, frodi informatiche e leasing onerosi.
Secondo Bloomberg, «Diesel Usa è “un’altra vittima” della seconda ondata di crisi del retail americano». «La sua bancarotta – si legge sull’agenzia di stampa – arriva in un momento in cui diverse catene sopravvissute alla prima apocalisse del commercio al dettaglio sono tornate sotto i riflettori. È il caso del retailer di calzatures Payless Inc, che ha presentato istanza di fallimento il mese scorso e sta chiudendo 2.500 negozi, o di Victoria’s Secret e Gap, che sono tra coloro che intendono ridurre il proprio network».

E se Diesel piange Cavalli non ride. Il consiglio di amministrazione della maison Roberto Cavalli ha deciso, all’unanimità, di depositare – presso il Tribunale di Milano – un’istanza di ammissione alla procedura di concordato preventivo in continuità. L’obiettivo, come spiegano dalla casa di moda, è quello di “salvaguardare l’operatività e la continuità aziendale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!