Brexit: accordo bocciato, May sconfitta

Teresa May, primo ministro britannico

L’accordo sulla Brexit raggiunto a novembre con l’Ue dalla premier Theresa May è stato bocciato dal voto della Camera dei Comuni britannica: 432 no contro 202 sì. La ratifica è stata negata con uno scarto di 239 voti, molto pesante per il governo. Sono mancati 115 voti della maggioranza. La premier però resiste e non si dimette: ha chiesto alle opposizioni di presentare una mozione di fiducia sul suo governo, per discuterla domani e vedere se l’esecutivo dispone ancora del sostegno di una maggioranza. La premier ha detto che il no all’accordo è chiaro, ma che non sono emerse altre proposte sul tavolo. E ha insistito, in caso di fiducia, sulla volontà di andare avanti e di continuare a lavorare per attuare la Brexit.
La mozione sulla fiducia è stata immediatamente presentata da leader laburista Jeremy Corbyn, che ha parlato di “sconfitta devastante”, ha accusato la premier d’essersi negata al dialogo con l’opposizione per scongiurare un no deal e di aver privilegiato gli interessi del Partito Conservatore su quelli del Paese. Ha infine auspicato che la Camera dia domani il suo “verdetto sull’incompetenza di questo governo”.
Il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, interviene pochi minuti dopo il verdetto: “Il rischio di un ritiro disordinato del Regno Unito dall’Ue è aumentato con il voto di stasera – dice -. Anche se non vogliamo che succeda, la Commissione Europea continuerà il lavoro di emergenza per aiutare a far sì che l’Ue sia pienamente preparata” ad ogni evenienza. “Chiedo al Regno Unito di chiarire le sue intenzioni non appena possibile. Il tempo è quasi finito”, ha aggiunto. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha detto: “Il voto di Londra sulla Brexit è una brutta notizia. Il nostro primo pensiero sono i 3 milioni e 600 mila cittadini europei nel Regno Unito e i britannici che vivono nella Ue. Hanno bisogno di certezze sul loro futuro. Noi ci batteremo sempre per loro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!