Trussardi passa al fondo QuattroR. Dopo settimane di indiscrezioni, è arrivata in queste ore la firma dell’operazione, che vede il controllo del brand del Levriero passare al fondo specializzato in investimenti in aziende italiane in temporaneo squilibrio finanziario. L’ingresso di QuattroR, al suo primo investimento nel comparto moda, si è concretizzato tramite un aumento di capitale di circa 50 milioni in Finos (cassaforte della famiglia bergamasca) e la creazione di una newco, che funge da holding e che controlla la stessa Finos.
Al termine dell’operazione, la newco sarà partecipata in maggioranza da QuattroR e, con una quota, da Tomaso Trussardi mentre Gaia Trussardi uscirà completamente dalla compagine azionaria, mentre le quote in Finos di Maria Luisa Gavazzeni, madre di Tomaso, saranno diluite. A livello manageriale, invece, Massimo Dell’Acqua, primo DG della griffe nominato due anni fa, abbandona il proprio ruolo: il nuovo team di gestione sarà comunicato al momento del closing, previsto entro marzo, insieme alle nuove strategie sulle label.
Finos, dopo un 2015 chiuso in pesante perdita, già nel 2016 aveva avviato un turnaround industriale che aveva portato l’ebitda in sostanziale pareggio. I risultati erano stati confermati anche nel 2017: l’esercizio si era chiuso con ricavi per 154 milioni e una marginalità inalterata grazie a una ulteriore pulizia del mercato e a un taglio dei costi aziendali.
La Sgr del fondo QuattroR è controllata al 60% dal management e ha tra i suoi sottoscrittori la Cassa Depositi e Prestiti, l’Inail, Inarcassa e la Cassa Forense.