RiminiFieraDa domani a venerdì alla Fiera di Rimini Ecomondo riunirà tutti gli operatori della cosiddetta Economia circolare. L’edizione di quest’anno, che verrà inaugurata dal ministro per l’Ambiente Sergio Costa, darà ampio spazio alle soluzioni proposte da aziende e istituzioni per lo sviluppo della green economy. Player come Eni, Novamont, Enel presenteranno le loro azioni per lo sviluppo sostenibile e il recupero di materiali. Diverse anche le start up presenti alla manifestazione.

In contemporanea si terrà la 12esima edizione di Key Energy, esposizione dedicata alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica.

“Ecomondo 2018 – dice Alessandra Astolfi, group brand manager di Italian Exhibition Group – mette in mostra l’economia circolare. Con le storie, le esperienze concrete, le politiche pubbliche, le grandi aziende, le strutture consortili, le start up che già oggi, in Italia, praticano un nuovo modo di fare economia all’insegna della sostenibilità ambientale. In sintesi: una grande narrazione del nuovo paradigma dell’economia green”.

Oltre alla parte espositiva, nei quattro giorni dell’evento è previsto un calendario di oltre 200 convegni, coordinati dai comitati scientifici presieduti da Fabio Fava e Gianni Silvestrini. Ecomondo quest’anno avrà il suo focus nell’economia circolare, quella del riciclo continuo degli oggetti usati. Ma si parlerà anche di bioeconomia, con le eccellenze industriali, le novità in fatto di nuovi materiali, bioraffinerie, biometano.

Intanto l’Italia si conferma come uno dei Paesi più virtuosi nel recupero di materiali. Ogni minuto si riciclano e recuperano 10 tonnellate di carta e cartone. Un risultato che ci pone all´avanguardia in Europa nella raccolta differenziata di materiale cellulosico. Raccolta che nel 2017 è aumentata dell´1,6% rispetto al 2016 con circa 3,3 milioni di tonnellate raccolta (+52.600). La raccolta procapite supera i 54 Kg per abitante. Ma il nostro Paese è all´avanguardia anche per il recupero di altre tipologie di imballaggio. Sono state infatti 8,8 milioni le tonnellate di rifiuti da imballo avviate a riciclo nel 2017, in crescita del 3,7% rispetto al 2016, a fronte di un immesso al consumo pari a 13,1 milioni di tonnellate (+2,8% sull´anno precedente). In totale, considerando anche la quota di imballaggi destinata a recupero energetico, nel 2017 10,2 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio sono state avviate a recupero complessivo (pari al 78% dell´immesso al consumo).

Come di consueto nel corso di Ecomondo si terranno gli Stati Generali della Green Economy. L´appuntamento è promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy e in collaborazione con il Ministero dell´Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Gli Stati Generali della Green Economy sono dedicati quest´anno al tema Green economy e nuova occupazione per il rilancio dell´Italia. Giunti alla settima edizione, si svolgeranno nelle giornate del 6 e 7 novembre articolati in due sessioni plenarie e cinque sessioni tematiche di approfondimento e consultazione.