Nel secndo trimestre dell’anno, nei mesi tra aprile e giugno, il reddito disponibile delle famiglie italiane è aumentato dell’1,3% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,1%. Lo rende noto l’Istat spiegando che “il marcato aumento del reddito non si è trasferito sui consumi, risultati quasi stagnanti”
Ne è derivata una netta risalita della propensione al risparmio, arrivata all’8,6% (+1,1 punti sul primo trimestre).
Nel secondo trimestre 2018 la pressione fiscale si è attestata al 40,8% del Pil, in riduzione di 0,6 punti rispetto al 41,4% dello stesso periodo del 2017. Lo rende noto l’Istat. Nel primo trimestre di quest’anno il peso del fisco era invece al 38,1% del Pil.