Il gruppo finanziario Ing (in Italia noto come Ing. Direct e per il suo Conto Arancio) ha accettato di pagare una multa da 675 milioni di euro alle autorità olandesi che indagavano, dallo scorso anno, per attività criminali fra cui riciclaggio e corruzione. Lo informa il gruppo in una nota. Il ceo di Ing Ralph Hamers ha riconosciuto “la piena responsabilità della banca” per non avere soddisfatto i “più alti requisiti” di prevenzione del crimine nelle attività fra il 2010 e il 2016. Il gruppo ha anche annunciato di aver intrapreso misure verso alcuni alti dirigenti fra cui la sospensione e il ritiro dei bonus.