Carburanti: rinvio per la fattura elettronica

Il ministro Luigi Di Maio

Il ministro Luigi Di Maio

“Stiamo predisponendo il rinvio al primo gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le vendite di carburanti ai soggetti con partita Iva. Questa categoria si è trovata ad essere prescelta per ‘sperimentare’, in anticipo su tutte le altre, l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica”. E’ quanto afferma il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio.
“Domani alle 16 incontrerò al Ministero dello Sviluppo Economico le rappresentanze sindacali dei benzinai per concordare un percorso condiviso sulla fatturazione elettronica – dice Di Maio – Nel decreto dignità sarà inserito lo slittamento dell’obbligo di fatturazione elettronica a gennaio 2019. La volontà di questo governo è effettuare il passaggio, ma ascoltando anche i gestori degli impianti di servizio. È evidente che sia stata lanciata una novità senza dare il tempo e gli strumenti per attrezzarsi”.
“Troppe volte in passato le azioni del governo sono state imposte unilateralmente, creando disagi ai cittadini piuttosto che un valore aggiunto. Questo modus operandi ha punito intere categorie e imprenditori incolpevoli, nel tentativo di arginare dei problemi che in realtà vengono da molto più lontano. Per questo col decreto dignità vogliamo abolire con effetto immediato spesometro, redditometro, split payment e studi di settore. Tutto ciò che mette i bastoni tra la ruote a cittadini e imprese da qui ai prossimi mesi dev’essere semplificato o eliminato del tutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!