Tim accelera sulla trasformazione digitale e avvia una partnership con Microsoft per l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale. Nuovi prodotti e servizi, ma anche più efficienza per quelli già offerti. Attraverso l’impiego di Data Analytics e Big Data, “la collaborazione porterà allo sviluppo di strumenti innovativi per personalizzare prodotti e servizi favorendo un nuovo rapporto con il cliente e permettendo efficienze sui processi interni”, spiega una nota congiunta. Ad esempio, l’intelligenza artificiale può essere usata per interagire in automatico con il cliente usando ‘chatbot’ per risposte mirate ed immediate, per migliorare l’assistenza telefonica tradizionale con strumenti cognitivi e analytics avanzati, per ottimizzare i processi operativi.

Nell’ambito del piano DigiTIM significa “l’introduzione di strumenti avanzati di self caring quali App e IVR (la risposta vocale interattiva)” come l’assistente virtuale Microsoft Azure. “Confermiamo ancora una volta il nostro impegno nella realizzazione del piano industriale, di cui l’Intelligenza Artificiale con i suoi strumenti è un elemento chiave” commenta l’ad di Tim Amos Genish. “Con la nostra piattaforma – ha dichiarato il presidente di Microsfot Jean-Philippe Courtois – Tim fornirà servizi personalizzati di digital assistance attraverso i contact center, migliorando la mobility e la connettività per soddisfare le necessità dei clienti”.