Italia terza per tasse e contributi sul lavoro

Siamo terzi nell’ per tasse e contributi sul lavoro. In Italia il in busta paga nel 2017 è stato del 47,7%. Subito dopo Belgio (53,7%) e Germania (49,7%) e prima della Franca che per un lavoratore single e senza figli registra un del 47,6%.. E’ quanto emerge dal rapporto «Taxing Wages» dell’Ocse che calcola la media dei Paesi dell’organizzazione al 35,9%.
Per un lavoratore in una coppia con due bambini, invece, il cuneo italiano è al 38,6%, un livello tuttavia molto più alto della media Ocse, pari al 26,1%. Tra le altri grandi economie europee, la Spagna registra un peso di contributi e tasse sul costo del lavoro del 39,3% per un lavoratore single e del 33,7% per un addetto che ha una famiglia con due figli. In generale, spiega l’Ocse, si sono registrati incrementi dell’aliquota fiscale media personale in 20 dei 35 Paesi membri dell’Ocse nel 2017, dovuti principalmente ad aumenti salariali che hanno ridotto l’impatto delle indennità e dei crediti esentasse. Le aliquote fiscali medie sono diminuite in 13 Paesi e sono rimaste invariate in due (Cile e Ungheria). Il maggiore aumento dell’aliquota fiscale è statoregistrato nella Repubblica Ceca (0,5 punti percentuali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!