Assicurazioni: bonus-malus verso l’addio

Tra qualche tempo le assicurazioni bonius-malus potrebbero scomparire. Le compagnie stanno infatti studiando nuove formule che superino l’attuale legata al veicolo e alla residenza con un’altra che tenga conto del comportamento effettivo del guidatore, quale che sia il mezzo che guida. Nel frattempo, tra circa un mese, arriveranno le nuove regole sull’attribuzione della classe di bonus malus.
Così, dopo quarantanni, la classe di appartenenza non sarà più discriminante per la tariffa assicurativa.
L’Ivass (l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni) ha annunciato l’inizio dei lavori di un tavolo che supererà il bonus malus. Entro l’inizio dell’estate, dovrebbe ricevere le prime proposte dalle compagnie e iniziare a vagliarle.
Il punto cardine è monitorare il comportamento di ciascuno, qualsiasi mezzo guidi. L’ideale sarebbe seguire il suo smartphone, ma con enormi problemi di attendibilità e privacy. Così si può ipotizzare un sistema misto, che valorizzi anche l’archivio nazionale delle patenti, tenuto dalla Motorizzazione, nel quale affluiscono anche le segnalazioni sulle infrazioni rilevate dalle forze dell’ordine. Ma anche questo archivio ha molte lacune. Si dovrebbe quindi pensare a un sistema misto.
A spingere verso soluzioni di compromesso c’è anche un problema di equità: se una famiglia poco abbiente ha un solo veicolo utilizzato da quattro patentati, non è equo che su essa gravino quattro polizze obbligatorie al posto di quell’unica che oggi copre tutti.
Altro tema riguarda i passaggi di proprietà tra familiari. Per esempio quando un veicolo in comproprietà viene rilevato da uno solo degli intestatari, della classe maturata beneficiano tutti i soggetti coinvolti.
Chi si porta dall’estero il veicolo che utilizzava quando risiedeva lì può portare una dichiarazione dell’assicuratore straniera che consenta di ricostruire quale classe si sarebbe maturata secondo le regole italiane e quindi applicarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!