Alle polemiche sulle aperture festive del commercio, Citroen risponde scegliendo di chiudere ad aprile i ‘porte aperte’ domenicali della propria rete per invitare clienti e collaboratori a scoprire le eccellenze del nostro Paese, in collaborazione con il progetto Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. Nascono così i “Free Sundays” promossi dal marchio francese che -fedele al proprio principio “Be Different, Feel Good” – ha deciso di rinunciare per il mese in corso alle tradizionali aperture domenicali delle concessionarie per lasciare spazio alla scoperta delle bellezze del nostro Paese. Non solo: per consentire ai propri collaboratori di godere maggiormente di queste domeniche in libertà, Citroën Italia offre loro l’associazione annuale al Touring Club Italiano che permette di usufruire di vantaggi e servizi in viaggio.

Come spiega Angelo Simone, Direttore del Brand Citroën in Italia: “Oggi la gran parte delle case automobilistiche apre i punti vendita anche di domenica. Al contrario, noi di Citroën, per tutte le domeniche di aprile, abbiamo deciso di invitare i nostri Clienti e anche i nostri venditori a scoprire le bellezze del nostro Paese. Da qui è nata la partnership con il Touring Club Italiano, una collaborazione di cui siamo molto orgogliosi. Abbiamo voluto fortemente questa iniziativa, un segnale concreto a dimostrazione dell’attenzione che abbiamo verso la qualità della vita delle persone. Un progetto importante che coinvolge il 100% della nostra forza vendita, per oltre 1.000 collaboratori”.