facebookTonfo in Borsa per Facebook che crolla a Wall Street dopo lo scandalo Cambridge Analytica. Il prezzo delle azioni del ‘re’ dei social network è precipitato in apertura a Wall Street, influenzato dalle rivelazioni sulla violazione di milioni di profili di elettori americani da parte della società Cambridge Analytica. Pochi minuti dopo l’avvio delle contrattazioni alla Borsa di New York, il titolo ha iniziato a scendere in picchiata dove arriva a perdere il 7,50%,  trascinando giù il Nasdaq, l’indice dei principali titoli tecnologici.
Downing Street intanto esprime “preoccupazione” per la notizia sulla violazione dei dati personali di 50 milioni di utenti di Facebook filtrati alla società di consulenza britannica. La vicenda ha spinto il governo di Londra ad anticipare il progetto d’interventi normativi più stringenti per la tutela dei dati sulle piattaforme online e per “mettere fine al far west dei giganti del Web”. Secondo il ‘Daily Telegraph’, un Portavoce della May avrebbe riferito che la premier sarebbe favorevole ad una indagine ad hoc dell’Autorità di controllo del Regno sull’informazione sulle denunce della ‘gola profonda’ di Facebook che ha svelato il caso Cambridge Analytica.