Il treno del futuro sarà alimentato a idrogeno, sarà completamente privo di emissioni e inizierà il suo primo servizio passeggeri in Bassa Sassonia. Si chiama “Coradia iLint” ed è realizzato da Alstom per l’Autorità dei trasporti locale della Bassa Sassonia . In totale, 14 treni a cella a combustibile saranno costruiti nel sito di Salzgitter, per trasportare i viaggiatori tra Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude a partire dal dicembre 2021.Sono destinati a sostituire le unità multiple a trazione diesel dell’autorità dei trasporti Elbe-Weser-Verkehrsbetriebe (evb) e ad azzerare l’emissione di inquinanti nel servizio quotidiano. L’alimentazione del treno a idrogeno sarà assicurata da una propria stazione di ricarica del Gruppo Linde. Coradia iLint può coprire fino a mille chilometri con un “pieno”, raggiungendo una velocità massima di 140 km/h. Alstrom ha già ricevuto ordini per 40 convogli dal Nord Europa. In Italia sarebbero interessate regioni come la Val d’Aosta, la Toscana e la Sardegna. Il futuro della mobilità pubblica viaggia a idrogeno. Lo afferma Alberto Dossi, presidente del Gruppo Sapio.