Arriva il campionato di moto elettriche. Dopo le auto di Formula E anche il Motomondiale scommette sull’elettrico. E l’operazione (moto e gestione corse) sarà tutta italiana.
La Dorna, società che gestisce le più importanti corse su due ruote – compresi il Motomondiale dove corrono Rossi e Marquez e la Superbike dominata da Rea -, ha ufficialmente annunciato la partenza nel 2019 della campionato FIM Moto-e World Cup su moto del costruttore Energica.
La Moto-e World Cup sarà una competizione sostenibile con moto 100% elettriche. Mentre sul design delle moto ha svolto un ruolo chiave il know-how del Gruppo CRP grazie alle tecnologie CRP sviluppate in ambito aerospaziale e Formula 1.
Sarà la sportiva Energica Ego la moto da cui deriverà la versione corsaiola utilizzata dai team della Moto-e. “Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Dorna per questo importante progetto, il nostro team è già all’opera” afferma Livia Cevolini, Ceo di Energica Motor Company.
La Casa modenese è la più importante e famosa produttrice di due ruote elettriche, che si dedica da anni anche alla produzione e alla vendita di Superbike altamente prestazionali. E adesso si prepara a calcare il palcoscenico del campionato del mondo grazie all’importante accordo con Dorna.
“Il Campionato del Mondo Moto-e è un nuovo ed eccitante progetto di Dorna e siamo orgogliosi di annunciare che Energica sarà il fornitore di questa competizione”, ha detto Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports. “È una impresa leader del suo settore e questo potrà contribuire ad offrire il miglior spettacolo al nostro grande pubblico”.
“La FIM è molto orgogliosa di poter supportare questa nuova competizione ed è felice di questo grande impegno da parte di Energica. Siamo sicuri che sarà un grande successo”, ha commentato Vito Ippolito, Presidente della Federazione Motociclistica Internazionale.
Una storia racing – “Siamo molto contenti di essere stati scelti da Dorna per essere parte di questo progetto”, ha dichiarato Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company SPA. “La passione per la moto è quello che ci ha portato fino a qui e quello ci proietta nel futuro partendo da un territorio di grandi tradizioni motoristiche come quello modenese. La nostra storia è fatta di corse e la nostra attitudine per questo settore è grande”.