Giro di vite per chi usa il cellulare al volante. Tra le modifiche che la commissione Trasporti della Camera ha approvato e che passeranno in commissione Bilancio ce ne sono due che riguardano in particolare l’uso del cellulare alla guida e i seggiolini anti-abbandono. Secondo il deputato Pd Minnucci, membro della commissione trasporti della Camera “Sono due temi centrali che hanno un impatto forte sui cittadini che ci hanno chiesto di intervenire per tutelarli. In particolare, chi verrà colto con il cellulare alla guida sarà soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma compresa fra 322 a 1.294 euro. Si applica inoltre la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi. Per un’ulteriore violazione nell’arco di due anni, la sanzione diventerebbe doppia: da 644 a 2.588 euro e si applicherebbe anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da due a sei mesi. “Nel corso di questi mesi – spiega Minnucci – abbiamo cercato di sensibilizzare tutta l’opinione pubblica sul tema di una guida più consapevole e  corretta, e questo passa da una parte attraverso l’uso di alcuni dispositivi come quello anti-abbandono per i bambini, che va a rispondere ad una esigenza specifica anche alla luce dei fatti di cronaca degli ultimi mesi, e dall’altra dalla limitazione dell’uso dello smartphone”. Su quest’ultimo tema, afferma Minnucci, “è emerso da parte anche delle forze dell’ordine che il tema della distrazione da uso del cellulare è una questione dirimente che sta assumendo dimensioni preoccupanti”. “Quindi – aggiunge – c’è bisogno di una risposta concreta che il Pd sta dando, cominciando a mettere a segno dei punti significativi”.