Tensione a Piazza Indipendenza

Gravi scontri a Roma in Piazza Indipendenza dove gli agenti di Polizia all’alba hanno sgomberato l’accampamento abusivo di un centinaio di immigrati sfollati dal palazzo di via Curtatone lo scorso 19 agosto. I migranti avevano occupato le aiuole vicino alla stazione.
Durante l’operazione le forze dell’ordine sono state aggredite con lancio di sassi e bottiglie. Utilizzate contro gli agenti anche bombole di gas aperte: l’uso dell’idrante ha evitato che venissero accesi fuochi e liquidi infiammabili. Due persone sono state fermate.
A quanto sottolineato dalla Questura di Roma «l’intervento si è reso urgente e necessario dopo il rifiuto di ieri di accettare una sistemazione alloggiativa offerta dal Comune di Roma, ma soprattutto per le informazioni di alto rischio pervenute, inerenti il possesso da parte degli occupanti di bombole di gas e bottiglie incendiarie». Le forze dell’ordine, riferisce la Questura, sono state aggredite con lancio di sassi e bottiglie. Utilizzate contro gli agenti anche bombolette di gas e peperoncino. L’ uso dell’idrante – conclude la Questura – ha evitato che venissero accesi fuochi e liquidi infiammabil