Si allarga anche in Italia l’inchiesta sulle uove contaminate dall’insetticida Fipronil. I carabinieri dei Nas hanno rilevato due casi di positività al fipronil in uova prodotte da due allevamenti ad Ancona e Viterbo. Lo hanno spiegato i Nas oggi in conferenza stampa a Roma. I carabinieri per la tutela della salute hanno sequestrato 6 mila uova e 12 mila galline ad Ancona, mentre a Viterbo 32 mila uova destinate all’alimentazione zootecnica e 53 mila destinate all’alimentazione umana.