Fiat sta valutando gli spin off di Maserati e Alfa Romeo e della divisioni componenti per auto. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali il Lingotto sta discutendo il piano e una decisione potrebbe arrivare agli inizi del 2018. Il piano con lo scorporo di Maserati, Alfa Romeo e componentistica dalla capogruppo,  punta ad aumentare il valore del gruppo. Gli spin off di Maserati e Alfa Romeo e della divisione componentistica consentirebbero di liberare valore per la famiglia Agnelli e altri azionisti, riporta l’agenzia Bloomberg.
«Le valutazioni» all’interno del gruppo «procedono, e vari opzioni sono allo studio, fra le quali quella di separare uno o più delle divisioni di componentistica» mette in evidenza Bloomberg. Una decisione finale potrebbe non arrivare prima degli inizi del 2018. Gli spin off della divisione del lusso e dei componenti consentirebbero a Fca di concentrarsi sul mercato delle auto di massa, rendendo la società più attraente per una potenziale unione con una casa automobilistica rivale.
Secondo gli analisti, aggiunge Bloomberg, le attività di auto di lusso di Fca potrebbero valore circa 7 miliardi di euro, mentre il valore di Magneti Marelli e degli altri componenti è stimato fino a 5 miliardi. ‘I colloqui stanno procedendo, con diverse opzioni in corso di valutazione, inclusa la separazione da una o piu’ divisione di componentì (oltre Magneti Marelli ci sono anche Comau e Teksid), aggiungono le fonti, che sottolineano infine che il progetto ‘punta anche a liberare valore per la famiglia Agnelli e gli altri azionisti intanto che la societa’ continua a sottoperformare rispetto ai rivalì.