Marco Minniti e Graziano Delrio

Interviene il Capo dello Stato per placare lo scontro all’interno del Governo tra i ministri Minniti e Delrio sulla gestione dei migranti. Il ministro dell’interno Marco Minniti non ha partecipato al Consiglio dei ministri dopo che si sono diffuse indiscrezioni sulle divergenze con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio sulla gestione del dossier migranti e sull’applicazione del nuovo codice Ong. E si è rischiata la crisi qualora il titolare del Viminale avesse concretizzato lìintenzione di presentare le dimissioni.
Ma in serata sia il Quirinale, sia Palazzo Chigi hanno confermato la fiducia al suo operato.
Grande apprezzamento per il lavoro di Minniti è stato espresso dal Colle. Dagli ambienti del Quirinale trapela “il grande apprezzamento” del Presidente della Repubblica per l’impegno spiegato in queste settimane dal ministro Minniti, particolarmente riguardo al governo del fenomeno migratorio. Negli stessi ambienti si fa rilevare anche il valore del codice di condotta per le Ong, condiviso con larga convergenza in sede parlamentare.
E fonti di Palazzo Chigi sottolineano come grazie alla azione e al lavoro, in particolare del Viminale, i risultati sul fronte del contrasto del traffico di esseri umani dalla Libia e del fenomeno migratorio comincino ad arrivare. Risultati, sottolineano le stesse fonti, frutto dell’impegno di tutto il governo e delle strutture che stanno dando attuazione al codice di condotta per le Ong, voluto dal ministro Minniti, assieme alla cooperazione con la Libia e al contributo della guardia costiera libica.