Ángel Nieto, 12+1 volte campione del mondo di motociclismo, è morto oggi ad Ibiza. L’ex campione spagnolo del motociclismo non è riuscito a superare l’edema cerebrale sopraggiunto in conseguenze dell’incidente con un quad di un paio di giorni fa. Lo annunciano fonti del Policlinico ‘Nuestra Señora del Rosario’ di Ibiza, dove era ricoverato nell’unità di terapia intensiva dopo l’incidente. Lo stato di salute Nieto era peggiorata drammaticamente nelle ultime ore dopo che il referto medico ufficiale aveva indicato un miglioramento della situazione. Questa mattina i medici avevano confermato che le sue condizioni erano peggiorate la notte scorsa per un grande edema cerebrale che non è riuscito a superare. All’alba i medici hanno eseguito una “craniectomia decompressione urgente” a causa del brusco aumento della pressione endocranica, un intervento che è durato un’ora e mezza. Ma in poche ore, l’ex pilota non ha risposto in modo soddisfacente all’intervento o ad altre misure farmacologiche praticate da quel momento. “La sua prognosi è molto grave e teme per la sua vita”, aveva riferito nel primo pomeriggio il Policlinico di Ibiza in un bollettino medico. I suoi figli, Angel e Pablo, si sono recati subito a Ibiza per stare con loro padre e accompagnare Belinda, l’attuale partner del 70enne Angel, e suo fratello Hugo. Pablo, in particolare, ha dovuto annullare il viaggio a Brno, per il Gp della Repubblica Ceca.