Tragica rapina in villa per una coppia di italiani. E’ accaduto in Kenya. I due sono stati aggrediti nel loro chalet a Kikambala: lei, 71 anni, è rimasta uccisa, il marito, 72, gravemente ferito, secondo il racconto fatto in prima persona dal loro vicino di casa, Franco Nofori, al sito “Africa Express”, di cui è corrispondente. La notizia della morte della donna e del ferimento del marito è stata confermata dalla Farnesina.

A quanto scrive Nofori, i due, per anni titolari di un’affermata azienda per macchine da ufficio a Cremona, vengono aggrediti intorno alle sei di mattina a colpi di panga e di bastone nella casa dove da quando sono in pensione trascorrono metà dell’anno. Poi, quando gli aggressori se ne vanno dopo aver messo sottosopra l’alloggio, giacciono a terra per ore, fino a quando, a mezzogiorno, un amico preoccupato perché la coppia non risponde al telefono raggiunge la casa e si accorge di quanto è successo, attirando l’attenzione anche di Nofori, che dunque si trova in prima persona di fronte alla tragica scena.

L’uomo, trasportato al Mombasa Hospital, viene dichiarato non in pericolo di vita, ma, racconta il vicino, “al momento in cui scrivo è ancora in profondo stato di shock e proferisce solo parole confuse e prive di senso compiuto”. Per lei, invece, non c’è stato nulla da fare.

A quanto riferiscono all’Adnkronos fonti della Farnesina, l’Ambasciata d’Italia in Kenya e il console onorario a Mombasa, sono in contatto con i familiari italiani della donna, ai quali si sta prestando ogni possibile assistenza.