Centrodestra in crescita, PD in lieve flessione mentre il 60% degi italiani non ritiene i pentastellati in grado di governare. E’ il risultato dell’ultimo sondaggio Index Research, realizzato per In Onda, la trasmissione de La 7 condotta da Luca Telese e David Parenzo.
Alla domanda: “Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche, lei per quale partito avrebbe più probabilmente votato?, il 26,1% ha indicato il Pd, lo 0,3% in meno rispetto ad una settimana fa. L’M5S scende al 27,8%, perdendo 0,2%. Forza Italia rimane stabile al 13,4% Fratelli d’Italia cresce ancora anche se di poco e si attesta arriva al 5,4%. La Lega Nord allunga il passo al 14,2%.
Complessivamente dunque il Centrodestra unito (FI, FDI, Lega, Direzione Italia, Rivoluzione Cristiana, Idea, Movimenti Nazionale, UDC, Popolari) guadagna mezzo punto in una settimana e si posiziona al 35%. Il Centrosinistra unito (Pd, MDP, SI, Possibile, Campo Progressista, Centro Democratico) perde lo 0,3% e si attesta al 33,1%. In leggero calo anche il Movimento Cinque Stelle che scende al 27,8% (-0,2).
Alla domanda “Secondo lei il M5S è pronto per governare il Paese?” il 60,2% ha risposto di no; una percentuale comunque più bassa di quasi un punto e mezzo rispetto a tre mesi fa, quando era di questa opinione il 61,6% degli intervistati. Il 34% ritiene invece che il Movimento sia pronto per andare al Governo, il 5,8% non sa o non vuole rispondere.
Infine per quanto riguarda la fiducia nei leader troviamo Matteo Renzi e Beppe Grillo a pari merito.
Il leader della Lega Matteo Salvini guadagna il terzo posto (22%) e consolida il suo vantaggio sul vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (20%). Al quinto posto si posiziona Silvio Berlusconi, che guadagna un punto, seguito da Giorgia Meloni. Penultimo Pierluigi Bersani, ultimo Giuliano Pisapia.