La stazione di Milano dove è avvenuta l’aggressione

Un ventenne di origini nordafricane ha ferito con un coltello un agente della Polfer e un militare dell’Esercito nel corso di un normale controllo. L’episodio è accaduto intorno alle 20 nel mezzanino della stazione, di fronte al bar Segafredo. L’aggressore aveva già alle spalle dei precedenti per droga ed è stato fermato. L’agente ferito e il militare, che facevano parte di una pattuglia mista per il controllo della città, non sono in gravi condizioni e sono stati entrambi medicati all’ospedale Fatebenefratelli. Il poliziotto è in codice verde con una ferita al braccio, il militare è stato colpito al collo ed è in codice giallo. Assieme a un altro militare (rimasto illeso) formavano una pattuglia mista che stava effettuando un controllo. Quando gi agenti gli hanno chiesto i documenti, il ragazzo ha subito estratto il coltello. Il giovane arrestato è nato a Milano nel, 1996, ha origini nordafricane ed è figlio di immigrati. Addosso aveva due coltelli da cucina ma ne ha usato soltanto uno. Secondo quanto si è appreso dalla Questura, non si tratta di terrorismo ma di criminalità comune.