Si è pedata oggi (fino a lunedì 22) la 30esima edizione della Salone del Libro di Torino.  A inaugurare il primo Salone con direttore editoriale Nicola Lagioia e presidente Massimo Bray, il presidente del Senato Pietro Grasso che porta anche il suo nuovo libro ‘Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia’ (Feltrinelli), i ministri Dario Franceschini e Valeria Fedeli con le autorità cittadine.
Il programma dell’edizione 2017 prevede  1.200 eventi, 469 espositori (nel 2016 erano 338) più 33 editori francesi per la prima volta ospiti negli stand di quelli italiani, oltre mille case editrici e tante alleanze in città e fuori come quelle con Narrazioni Jazz, con la scuola Holden e con più di 70 festival sparsi in tutta Italia.
Tra gli eventi più attesi il misterioso reading-spettacolo di Alessandro Baricco con il leader dei Baustelle Francesco Bianconi dedicato a ‘Furore’ di John Steinbeck di cui si saprà la location poco prima dell’appuntamento. Poi il ritorno di Daniel Pennac con un nuova avventura dei ‘Malaussene’ ai quali aveva detto addio proprio al Salone vent’anni fa, con reading al grattacielo Sanpaolo e più incontri in fiera. E le feste per il re dell’horror Stephen King che compie 70 anni a settembre, con due ore di letture e interventi con, fra gli altri, il fan club Stephen King-Italia e per J.R.R.Tolkien a 125 anni dalla nascita e a 80 dallo Hobbit che sarà festeggiato con un rendez-vous europeo fra le mura del Borgo Medioevale del Valentino. Tra le novità la sezione ‘Another side of America’, paese ospite, con al Lingotto una libreria a Stelle e Strisce e con l’arrivo di big come il premio Pulitzer Richard Ford con il suo nuovo libro ‘Tra loro’ (Feltrinelli), Jonathan Lethem con ‘Anatomia di un giocatore d’azzardo’ appena arrivato in libreria per La Nave di Teseo, la poetessa Claudia Rankine con ‘Citizen'(66th and 2nd), la canadese Miriam Toews con ‘Un complicato atto d’amore’ (MarcosyMarcos) e Bruce Sterling con le sue visioni cyberpunk. E poi omaggi ad Allen Ginsberg e Kent Haruf.
Nei 45 mila metri quadri di superficie del Lingotto che quest’anno chiuderà alle 20 per lasciare spazio al Salone off con oltre 500 eventi in tutta la città, i fan aspettano anche autori culto come Annie Ernaux con ‘Memoria di ragazza’ (L’Orma), Luis Sepulveda in dialogo con Elsa Osorio e il suo nuovo libro ‘Doppio fondo’ (Guanda) e con Carlo Petrini, Amitav Ghosh con ‘La grande cecità’ (Neri Pozza), Yasmine Reza con il nuovo ‘Babilonia’ (Adelphi), Alicia Gimenez-Bartlett e Luciana Littizzetto in dialogo con Maria De Filippi su ‘La bella addormentata in quel posto’.