RAI MEDIASETVivendi detiene una quota eccessivamente rilevante nel sistema italiano delle comuniczioni e per questo deve cedere una parte delle partecipazioni acquisite in Mediaset o in Telecom.
L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, dopo l’esposto di Mediaset, ha accertato che la posizione di Vivendi rappresenta una violazione “in ragione delle partecipazioni azionarie dalla stessa detenute nelle società Telecom Italia e Mediaset”. Ha quindi “ordinato alla società Vivendi di rimuovere la posizione vietata nel termine di 12 mesi”: per farlo dovrà quindi ridurre la sua partecipazione o in Mediaset o in Telecom. L’Agcom ha anche deciso che “allo scopo di consentire all’Autorità di svolgere un’adeguata attività di monitoraggio, Vivendi è tenuta a presentare entro 60 giorni uno specifico piano d’azione che la società intende adottare per ottemperare all’ordine”.