Prima intesa nella vertenza Alitalia. Al ministero dello Sviluppo economico, azienda e sindacati e associazioni professionali di categoria hanno firmato, alla presenza del Governo, un “verbale di confronto”: di fatto un pre-accordo che ora passerà all’esame dei lavoratori con una consultazione referendaria. A fronte di un esito positivo, verrà sottoscritto un “accordo coerente con tale verbale”.
Con la firma di questo verbale si riducono gli esuberi del personale a tempo indeterminato, che scendono dalle iniziali 1338 a 980 unità. A prevederlo è il verbale di confronto firmato, attraverso il ricorso a una serie di misure: il superamento dei progetti di esternalizzazione delle aree manutentive e di altre esternalizzazione; ricorso alla cigs entro maggio 2017 per due anni, attivazione di programmi di politiche attive del lavoro, con riqualificazione e formazione del personale , misure di incentivazione all’esodo,miglioramenti di produttività ed efficienza, con un rinvio in azienda per la definizione entro il prossimo mese.
Inoltre i tagli al costo del lavoro, prima previsti al 30% verranno ridotti all’8.